Computer

Chuwi AeroBook

Recensione Chuwi AeroBook

Negli ultimi anni il numero di nuove aziende che producono dispositivi elettronici è cresciuto esponenzialmente. Con lo sviluppo tecnologico, sempre più aziende cercano di proporre nuovi prodotti, per offrire alternative migliori alla vasta clientela.

Oggi vi proponiamo la recensione dell’ultimo notebook di Chuwi, l’Aerobook. Chuwi è un marchio cinese emergente che si occupa di produrre tablet e in particolare computer portatili notebook.

Design

Chuwi Aerobook

Per quanto riguarda il design, il portatile non presenta caratteristiche originali. La struttura in plastica ed alluminio permette di mantenere un peso contenuto di soli 1.2 kg e uno spessore di 15 mm.

Hardware del Chuwi Aerobook

Chuwi ha scelto di installare sull’Aerobook un processore Intel Core M3 6Y30 da 2.20 GHz, non recentissimo ma che mantiene i consumi del pc molto bassi.

Per quanto riguarda la memoria, ci sono due varianti del modello: una memoria interna SSD da 128 GB oppure da 256 GB. Punto di forza è la presenza della memoria RAM da 8 GB, ottima se consideriamo il prezzo del portatile.

Display e Autonomia

Chuwi Aerobook

Merita particolare attenzione il display da 13.3 pollici dell’Aerobook, con una risoluzione Full HD e proporzioni 16:9. A protezione dello schermo però Chuwi ha deciso di installare un vetro, scelta probabilmente guidata da ragioni economiche, che rende il display molto riflettente. Dunque se per ragioni lavorative o personali dovrete utilizzare il portatile in luoghi esposti a tante fonti luminose, l’Aerobook non sarà una scelta ottimale.

Il dispositivo Chuwi è dotato di una batteria da 38Wh che vi permetterà di avere un’autonomia tra le 6 e le 8 ore di uso intenso.

Conclusioni finali sul Chuwi Aerobook

I prezzi delle due versioni variano a seconda della versione anche se quella da 128 GB è tutt’ora non disponibile. La versione da 256 GB SSD è disponibile a 459€ su Amazon.

Considerando il prezzo a cui è disponibile il pc, lAerobook è sicuramente una buona scelta, unica vera e propria pecca è il processore che di certo non risulta uno dei più recenti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: